Archivi categoria: Iniziative

PTOF 2015-2018 PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA

La Legge 107 del 2015 ( prevede tra le altre cose che l’offerta formativa
abbia valenza triennale , aggiornabile ogni anno entro il mese di ottobre.

ecco i passi per la sua stesura

  1. Il dirigente scolastico partecipa alla programmazione coordinando e coinvolgendo gli enti locali
  2. il Collegio delega le funzioni strumentali alla compilazione (approvazione del 20/1/2016)
  3. il Consiglio di Istituto valuta e approva CONTENUTI (delibera N° 100 del 21/1/2016

PTOF 2015-2018 (A.S. 2015-2016)

allegati

Stipulata la convenzione per la restituzione dell'uliveto sperimentale di Poggi alla comunità
IL PROGETTO “ULIVETO DELLA PACE” ENTRA NEL VIVO

Il 12 giugno è stata stipulata la convenzione tra la Provincia di Imperia e la scuola per la restituzione dell’uliveto sperimentale di Poggi alla comunità.
L’uliveto sperimentale contiene più di sessanta tipi di cultivar che rappresentano la storia del Mediterraneo. La scuola ha individuato questo come posto ideale per la creazione di  un laboratorio scientifico  per i suoi studenti.
Da settembre e per un anno infatti, grazie a un finanziamento  del Ministero del Lavoro e alla preziosa sinergia con l’ente Provincia che ci ha sostenuto con forza, i nostri allievi potranno fare attività di alternanza scuola lavoro in situ, mettendo a frutto sul campo le conoscenze apprese in classe.
Un ringraziamento particolare va al Presidente Natta che ci ha accompagnato in questo faticoso percorso e al nostro dirigente prof. Paolo Auricchia che, sin da subito, ha creduto nella valenza del progetto. Infine, è doveroso ringraziare i partner con i quali abbiamo costituito una splendida rete e senza i quali questi progetto non avrebbe avuto lo stesso valore. Grazie dunque a:
LIBERA, COOP, GRUPPO PARTIGIANI VAL PRINO, C.I.A., CESPIM, HELP, UFFICIO MINORI DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA.
La referente del progetto
Prof.ssa Paola Consiglio

Un'iniziativa di solidarietà del nostro Presidio "Libera"
PROGETTO “PANETTIERE SOLIDALE”

AGGIORNAMENTO ARTICOLO: La conferenza stampa relativa a questa iniziativa sarà giovedì 15 giugno alle 12:30 presso la Sala Consigliare del Comune, nella sede centrale di via Matteotti al primo piano.

Il progetto Panettiere Solidale è finalizzato alla riduzione degli sprechi di eccedenze alimentari e alla loro distribuzione a fini di solidarietà sociale, in particolare agli indigenti e alle persone in maggiori condizioni di bisogno.

Qui potete vedere il video della nostra iniziativa

L’idea ci è venuta quando ci siamo chiesti cosa potessimo fare noi ragazzi del Presidio Montalbano per migliorare in qualcosa la nostra città e l’approccio alla solidarietà, in particolare per le persone in maggiore difficoltà.

Insieme ad alcune insegnanti abbiamo studiato la legge 166 (approvata il 19 agosto 2016) che mira a distribuire le eccedenze alimentari o farmaceutiche a fini di solidarietà sociale, a ridurre l’impatto sull’ambiente e la produzione di rifiuti e a contribuire ad una informazione e sensibilizzazione dei consumatori,  e abbiamo iniziato a delineare il seguente progetto collaborando con l’Assessorato alle Attività Educative e il Consiglio Comunale dei Ragazzi del Comune di Imperia.

Inizialmente noi ragazzi abbiamo saggiato le pratiche messe in atto dai panettieri e il loro interesse a recuperare le eccedenze alimentari con un questionario che abbiamo somministrato a tutte le Panetterie di Imperia. Da questo è emerso come molti esercizi fossero già impegnati nella donazione di alimenti invenduti, spesso, tuttavia, senza particolare organizzazione. In base alle risposte ottenute con il questionario abbiamo diviso le panetterie tra quelle disponibili a donare direttamente ai bisognosi e quelle che hanno preferito cedere il pane a chi può occuparsi di distribuirlo o utilizzarlo in mense.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Imperia ha ideato il logo del progetto da affiggersi alle vetrine delle Panetterie che aderiscono. Abbiamo cercato di coordinare le attività delle varie Panetterie organizzando noi la distribuzione tenendo conto delle esigenze di volontari e Panettieri e parallelamente abbiamo proposto al Comune l’applicazione del coefficiente di sgravio fiscale sulla tassa della spazzatura previsto per le attività che “cedono, direttamente o indirettamente, tali beni alimentari agli indigenti e alle persone in maggiori condizioni di bisogno[…]”.

Per dare valore e sancire l’impegno reciproco di Panetterie e volontari abbiamo sottoscritto con il Comune, le Panetterie e i Volontari un Patto di Solidarietà che definisce le linee guida a cui attenersi e sottolinea la continuità nel tempo dell’accordo stipulato.

Provvederemo in questo primo periodo ad inviare un report bimestrale alle Panetterie “solidali” e saremo in stretto contatto con la rete di volontari per monitorare l’attività e mettere a punto eventuali migliorie.

Il nostro è un progetto pilota per capire come sviluppare una rete di solidarietà in grado di distribuire gli alimentari avanzati che vengono donati e possono ancora essere consumati. In base ai risultati ottenuti nei prossimi mesi si valuterà il modo di allargare questa rete anche ad altre attività comerciali, quali supermercati, alimentari, bar ecc.

Il senso quindi non è solo recuperare alimenti che verrebbero altrimenti buttati via, ma anche e soprattutto creare una rete di solidarietà, incentivare alla condivisione le panetterie e incoraggiare i cittadini ad una maggiore sensibilità sui temi sociali.

Crediamo che l’integrazione e una salda rete di relazioni sociali siano indispensabili perché la società possa contrapporsi efficacemente all’infiltrazione della criminalità organizzata e cominciare a mettere in discussione la cultura, il modo di pensare, comune a molti anche nella nostra Città, che vivere bene sia una questione personale e non collettiva.

Eventuali panetterie interessate ad aderire al Progetto sono invitate a contattarci via email: presidiomontalbano.libera@gmail.com.

Presidio Libera G. Montalbano,

Liceo Vieusseux via Terre Bianche 1, 18100 Imperia

Continua il progetto in collaborazione con il Comune e la Federazione Tabaccai
CACCIA LA CICCA

Anche quest’anno il Liceo è stato protagonista del progetto CACCIA LA CICCA, organizzato in parallelo con l’omonimo progetto comunale che vede coinvolta anche la Federazione Italiana Tabaccai.

Il progetto è stato pensato per sensibilizzare i giovani e la cittadinanza ad un maggiore rispetto dell’ambiente, considerato che la dispersione di mozziconi di sigaretta costituisce un problema ecologico reale finora ingiustamente trascurato, a cui ha pensato di porre un freno l’introduzione di multe molto elevate (fino a €150,00) per coloro che butteranno i mozziconi di sigaretta sulla strada, sulle spiagge o nei luoghi pubblici.

I mozziconi di sigaretta gettati via dagli 1,5 miliardi di fumatori nel mondo sono tanto inquinanti e pericolosi per l’ambiente e per la salute quanto i rifiuti industriali. Nel Mar Mediterraneo, per esempio, rappresentano il 40% dei rifiuti.
A Imperia, solo nel 2015, in 6 spiagge libere, 200 volontari in tre ore hanno raccolto 8000 mozziconi. Ci si augura che al più presto vengano posizionati in città gli appositi raccoglitori, necessari per rendere più efficaci le recenti norme.

Siamo lieti di presentarvi lo spot pubblicitario, realizzato nell’ambito di questo progetto, dagli alunni delle classi 2A Scientifico e 2 A Scienze Applicate,  per educare a comportamenti rispettosi da parte di coloro che fumano.

PROGETTO "DRAW NOT WAR" DELLA COOP LIGURIA
MENZIONE SPECIALE PER I RAGAZZI DEL VIEUSSEUX

Sabato 20 maggio 2017,  tre allievi della classe 2 B Scienze Applicate  (Lorenzo De Thomatis,  Emanuele Fossati, Dragos Buhnila) sono stati premiati con una menzione speciale per aver partecipato al progetto Draw not war  indetto da Coop Liguria.

Il progetto nasce da una bellissima idea del regista  Matteo Valenti, che ha deciso di far scrivere la sceneggiatura  di un cartone animato contro la guerra da studenti provenienti da zone del mondo interessate da conflitti.

Hanno partecipato a questo lavoro ragazzi dell’Irlanda del nord appartenenti  a scuole protestanti  e cattoliche, ragazzi di Sarajevo e ragazzi israeliani e palestinesi.

Nonostante l’evidente difficoltà operativa, il regista è riuscito a trovare un filo conduttore, producendo uno splendido lavoro che gli ha fornito lo spunto per bandire in Italia, unitamente agli organizzatori di Coop Liguria, il concorso  Draw not war, disegna non fare la guerra”, che è servito ai nostri ragazzi per ragionare sulle brutture prodotte da qualsiasi conflitto bellico.

In questa direzione, Dragos, Lorenzo e Emanuele della Seconda B Scienze Applicate del Vieusseux  hanno prodotto un video di un minuto che ha ottenuto una menzione speciale.

Dice la Prof.ssa Consiglio, che ha seguito i ragazzi nel progetto:

Ringrazio moltissimo i miei alunni per la partecipazione, l’interesse e l’attenzione che hanno dimostrato ancora una volta.

Qui potete vedere il video premiato.

Il video sarà in gara sul sito ufficiale della Coop . Se vi piace, potrete votarlo cliccando “mi piace su questo link alla pagina facebook “Draw not War” fino al 16 giugno.

 

Aula Magna Università di Genova
Roboetica,implicazioni morali della robotica



Eventi morali ed attività didattica,sono diventate una realtà tangibile al Liceo Vieusseux di Imperia,grazie al Progetto di Bioetica attivato dalla Profssa De Meo Raffaella, docente di Scienze del Liceo che da ben 10 anni si occupa della correlazione tra etica e scienza.
Gli alunni delle classi IV A Scientifico e IVA Classico, hanno partecipato in qualità di relatori al XIII Convegno Nazionale di Bioetica di Genova. Promotore del Convegno il CNB,Comitato Nazionale di Bioetica, sono coinvolti il CNR,IIT Istituto Italiano di Biotecnologie ,l’Università di Genova, Messina, Catania, Firenze ecc.
La classe IVA del Liceo Classico G.P.Vieusseux di Imperia insieme alla IV A Scientifico guidati dalla Profssa De Meo Raffaella hanno seguito durante l’anno scolastico un progetto sulla Roboetica in collaborazione con il Comitato Nazionale di Bioetica sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri dello Stato Italiano. Il convegno si è tenuto a Genova il 21-22 Aprile 2017,nell’aula Magna dell’Università di Genova, situata in via Balbi,5.
Gli alunni coinvolti sono stati: Dematheis Giulia,Minasso Chiara,Ettore Perlo, Gattai Elena, Codebò Marzia, Mattioli Edoardo.
Gli Alunni Perlo Ettore,Minasso Chiara hanno esposto al Convegno la relazione finale del Progetto attuato presso il Liceo Vieusseux .
l Docenti Universitari di fama internazionale hanno giudicato il loro lavoro: eccellente, innovativo, ricco di spunti per un approfondimento futuro. La loro espressione è stata giudicata: erudita, approfondita ed esposta in modo eccellente sia dal punto di vista scientifico che filosofico.
Questa esperienza mira a porre gli alunni del liceo Classico e Scientifico delle due classi interessate ad un livello di eccellenza sia nelle discipline scientifiche che umanistiche.
La Docente, Prof ssa De Meo Raffaella afferma: la BIOETICA permette di sviluppare nei giovani una riflessione critica sui risvolti morali delle applicazioni della scienza nella nostra realtà globale. Questo contribuisce alla formazione di un’intelligenza morale utile nella nostra realtà per sviluppare un pensiero autonomo.”

Continua la sfida dei nostri agguerriti lettori
LA 3° CLASSICO ALLA FINALISSIMA DELLA GARA DI LETTURA A RIMINI

Come tutte le cose belle è iniziata per gioco….

Il 7 aprile 2017, presso i giardini dello stabilimento  dell’Olio Carli, si è conclusa   la gara di lettura, organizzata dalla libreria Mondadori, che ha visto il bel risultato dei ragazzi della 3° classico, che si sono aggiudicati la vittoria battendo la 2° agraria dell’Istituto Ruffini.
Alla manifestazione hanno partecipato svariate scuole imperiesi. Ogni classe doveva leggere 10 libri (ad es. Orgoglio e pregiudizio; Bar sport; Una pantera in cantina) e poi  sfidarsi in una serie di domande e risposte sul contenuto delle opere lette, gareggiando sulla falsariga della ben nota trasmissione televisiva “Per un pugno di libri“.
La classe 3° classico, dopo aver vinto la gara di lettura imperiese,  ha accettato la sfida finale:
andare a Rimini in occasione della Fiera del libro per ragazzi che si terrà a metà giugno e mettersi nuovamente in gioco con una ‘finalissima”, questa volta interregionale.
L’insegnante di italiano, Alessandra Garibaldi, ha commentato in modo molto positivo l’iniziativa:
“I ragazzi della terza classico hanno dimostrato un grande entusiasmo per tutta la durata della manifestazione e soprattutto una encomiabile capacità di lettura analitica dei testi proposti.
Quando la libraia Nadia ha pensato di far continuare questa esperienza a Rimini, hanno dato immediatamente la loro adesione. Tutto ciò non è altro che la riprova che i nostri ragazzi sono sempre pronti a mettersi in gioco e a accettare sfide e stimoli, che purtroppo la nostra realtà cittadina difficilmente offre”.
 

ROBOETICA implicazioni Bioetiche della ROBOTICA
Confererenza Nazionale di Bioetica

LOCANDINA CONFERENZA NAZIONALE DI BIOETICA
CONVEGNO NAZIONALE DI BIOETICA PER LA SCUOLA
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA
AULA MAGNA VIA BALBI,5
21-22 APRILE 2017
LICEO SCIENTIFICO CLASSICO “G.P. VIEUSSEUX”
CLASSI IVA CLASSICO E IV A SCIENTIFICO
DOCENTE PROF.SSA DE MEO RAFFAELLA

Il lavoro progettuale svolto mira a collocare la riflessione bioetica nella realtà scolastica dei ragazzi.
Verranno affrontati gli ambiti della Bioetica, l’importanza della Bioetica e soprattutto della ROBOETICA, oggetto del convegno nella realtà tecnologica in cui noi viviamo.
L’uomo è sempre più vicino ad umanoidi che condividono esperienze domestiche, pratiche chirurgiche situazioni estreme come conflitti e disastri naturali. L’uomo ha costruito ROBOT sempre più sofisticati che riflettono la nostra realtà umana sia dal punto di vista cognitivo che emotivo.
I principi etici si riflettono sulle macchine?
La discussione avverrà tra studenti e Docenti universitari di fama europea ed internazionale tra cui il Prof. Lorenzo D’AVACK, Università di Roma tre Presidente CNB, Prof.ssa Luisella Battaglia, Università di Genova, Gian Marco Verruggio dirigente CNR Genova in collaborazione con IIT di Genova e CNR.

Partecipano illustri esponenti del CNB Comitato Nazionale di BIOETICA, quali: Salvatore Amato Università di Catania, Enzo Baldini Università di Torino, Marianna Gensabella Università di Messina, Monica Toraldo di Francia Università di Firenze.

IL Liceo Vieusseux ha collaborato con l’ IIT Istituto italiano di Tecnologia di Genova e con il MIT di Boston, Dott Ridi esperto di Robotica.
Gli alunni relatori sono: Perlo Ettore, Minasso Chiara,
Dematheis Giulia, Mattioli Edoardo, Codebò Marzia,Gattai Elena.
Le classi partecipanti sono la IV A Classico e la IV A Scientifico, guidati e diretti dalla Profssa De Meo Raffaella ideatore del Progetto del Liceo Vieusseux.
La riflessione BIOETICA permette di sviluppare nei giovani una coscienza critica sui temi del futuro quali l’innovazione tecnologica, la robotica, l’intelligenza artificiale.
Convegno Nazionale di BIOETICA
LA ROBOETICA
IMPLICAZIONI BIOETICHE DELLA ROBOTICA
Aula Magna dell’Università di Genova, via Balbi 5
21-22 APRILE 2017

Lettura teatrale itinerante de "Le Rane" di Aristofane
Quando le Rane gracidano al Parasio

Domenica 9 aprile 2017 alcuni studenti, guidati dalla professoressa Milla Berio, si sono esibiti, per le strade del Parasio,  in una lettura teatrale itinerante de “Le Rane” di Aristofane. Si è trattato di una rivisitazione del  testo del V sec a.C. ancora attualissimo per i suoi evidenti riferimenti a tematiche ancora oggi molto sentite.

L’originale di Aristofane è stato sfrondato ed adeguato alle  nostre esigenze didattiche, la parte finale è stata “stravolta” per ricavarne un trionfo della Poesia tutta, non solo quella di Euripide, che ha trovato la sua acme nel “Notturno” di Alcmane, del quale è stata data una coinvolgente lettura metrica.

Il progetto, a cui hanno partecipato alunni della sezione classica e dello scientifico, è stato valorizzato dal prezioso contributo dei Flautonauti che hanno introdotto le scene nelle tre location con esecuzioni trascinanti e gradevolissime.

articolo sul secolo ix