Un po’ di storia

Nata dall’accorpamento delle due realtà liceali cittadine, il Liceo Scientifico Statale “Vieusseux” e il Liceo-Ginnasio Statale “De Amicis”, la nostra Scuola può considerarsi senza timore di smentite l’istituzione scolastica più ricca di tradizione e di prestigio della realtà imperiese.
Se il Liceo Scientifico ha visto la luce soltanto negli anni difficili della seconda guerra mondiale (anno 1944-1945), guadagnandosi tuttavia rapidamente autonomia e apprezzamento, il Liceo Classico è la continuazione nel tempo della più antica istituzione scolastica onegliese, sorta nel 1715 con fondi lasciati da don Ulisse Calvi.
Affidata ai padri Scolopi, risulta funzionante come Scuola almeno dal 1749 con un corso inferiore in cui si insegnava il leggere, lo scrivere e la contabilità mercantile e un corso superiore dove si insegnava Grammatica, Retorica, Umanità e Filosofia. Nel 1856 il Governo sottraeva la gestione del Collegio e della Scuola agli Scolopi e li affidava a una Commissione locale formata dall’Intendente della Provincia, dal Regio Provveditore agli Studi e dal Sindaco della città e nel 1859, con la legge 13.11.1859 (legge Casati) il “Reale Collegio” di Oneglia veniva trasformato in “Regio Ginnasio”.
Nell’anno 1893 fu istituito, a completamento del Ginnasio governativo, un Liceo comunale, con il reintegro della antica Scuola di Filosofia funzionante dal 1749 al 1856.
Trasformato con i Regi decreti 29.9.1912 e 23.3.1913 in Regio Liceo-ginnasio “E. De Amicis”, il Liceo è stato la scuola presso cui si è formata la maggior parte della classe dirigente locale e in cui hanno posto le basi della loro cultura persone che hanno dato lustro alla città.
Anche senza ricordare la figura straordinaria di Maria Pellegrina Amoretti, laureatasi – prima donna d’Italia – “in utroque iure” presso l’Università di Pavia nel 1677, basterà citare i nomi dello scienziato Renato Dulbecco, premio Nobel per la Medicina del 1975 (studente eccezionale, conseguì la Maturità classica nel 1930, a soli 16 anni) e del musicista Luciano Berio.

Situazione locale e bacino d’utenza.
Attualmente l’Istituto è costituito da due sezioni, Liceo Scientifico e Liceo Classico, sistemate in due distinti edifici situati rispettivamente in Porto Maurizio e in Oneglia, i due nuclei maggiori fra i centri che hanno dato vita alla città di Imperia.
Tale collocazione rappresenta l’opportunità di un più stretto legame con la realtà cittadina.
Il personale docente è costituito da 65 professori; gli studenti iscritti ai corsi raggiungono le 764 unità.
Il bacino di utenza comprende la città di Imperia e un’ampia porzione di territorio circostante che dalla costa (per un arco che da Arma di Taggia va ad Andora) si spinge fino alle zone montuose dell’entroterra (dal comprensorio di Pieve di Teco a Ormea): eterogeneo quindi il contesto ambientale di provenienza, più omogeneo quello socio economico, che può definirsi medio e medio-alto.

Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta", consenti il loro utilizzo.

Chiudi