Progetto "Slow Countries" e "Uliveto della Pace"
Anche al Liceo si studia l’agricoltura

Il 22 febbraio dalle 11 alle 13, in Aula Dulbecco, si è tenuto il secondo appuntamento del progetto SLOW COUNTRIES,  varato quest’anno, che ha visto la compartecipazione della Regione Liguria unitamente alla Coldiretti.

Gli incontri sono stati organizzati dai nostri docenti Canali, Toribio e Vignolo, con il coordinamento di Alberto Brizio,  del Settore Ispettorato Agrario Regionale e del Dott. Dario Ferrari, coordinatore del progetto per conto della Coldiretti.

Sono intervenuti il Dott. Riccardo Jannone – Dirigente Settore Politiche Agricole e Autorità di Gestione del Piano di Sviluppo Regionale per l’agricoltura – Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro della Regione Liguria. e la Dott.ssa Ignazia Allegro  – Funzionaria dell’Ispettorato Agrario Regionale. – Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro della Regione Liguria.

Il progetto ha lo scopo di far conoscere agli alunni del nostro Istituto una realtà potenzialmente interessante per un futuro sbocco lavorativo ed ha l’ambizione di spiegare ai nostri giovani le dinamiche relative alla concessione di fondi per agevolare l’inizio di attività imprenditoriali agricole nel nostro territorio e dare una panoramica delle nuove figure professionali che interessano il settore tecnico agrario.

Gli alunni coinvolti, delle classi 4C,  4ASA e 4BSA infatti, attraverso incontri orientati con specialisti del settore, vengono  formati sulle dinamiche per diventare imprenditori agricoli, o per curare il marketing pubblicitario,  o le pratiche di import export dei prodotti agroalimentari.

Nello specifico, durante l’incontro che si è svolto  a cura del dottor Jannone e dei suoi tecnici, i ragazzi hanno conosciuto il  PSR (Piano di Sviluppo Regionale),  che permette a coloro che presentano domanda (entrando così nelle graduatorie di interesse) di ricevere un finanziamento a fondo perduto per far nascere un’azienda agro-alimentare. Sono stati informati sui passi necessari per ottimizzare la richiesta di fondi per le proprie iniziative aziendali, considerando la varietà delle proposte che l’Ufficio del Territorio si vede recapitare annualmente.

L’intervento si è chiuso con domande da parte degli allievi, mirate a  a conoscere nello specifico quali siano i prodotti che stanno avendo uno sviluppo realmente sostenibile sul territorio e a che livello la Liguria si ponga tra le regioni che beneficiano dell’interessamento per queste pratiche.

E’ dunque un’iniziativa estremamente proficua, che sta incontrando il gradimento degli alunni coinvolti, perché ha l’obiettivo di ampliare il ventaglio di scelte lavorative con cui essi potranno confrontarsi alla fine del quinquennio scolastico.

Si tratta di realtà che, ad una prima impressione, sembrerebbero avulse dalla rodata e apprezzata progettualità dell’Istituto, ma che a ben guardare si inseriscono in un settore dalle prospettive sempre più presenti e promettenti sul territorio.

Rientra in questa filosofia anche il progetto “Uliveto della Pace”, realizzato dal Liceo Vieusseux in collaborazione con Libera, CIA, USSM, Lega Coop, Cespim, Gruppo ecologico Partigiani della Val Prino.

L’iniziativa fa parte del progetto ‘Laboratori di cittadinanza’, promosso dal Miur e patrocinato dalla Prefettura di Imperia e prevede la restituzione alla cittadinanza di un uliveto donato alla Provincia e bisognoso di interventi di recupero.

L’uliveto sarà trasformato in un vero e proprio laboratorio di competenze  tecniche e scientifiche, con l’impianto di 60 diverse cultivar di ulivo.

A marzo, presso il Liceo Vieusseux , inizieranno gli interventi di formazione tenuti da esperti forniti dai partner, finalizzati al potenziamento delle conoscenze e delle competenze dei nostri allievi,  in campo sia scientifico che artistico-letterario.

IMPORTANTE COLLABORAZIONE FRA IL LICEO, COLDIRETTI E LA REGIONE LIGURIA
INCONTRI PER IL PROGETTO “SLOW COUNTRIES”

Il 22 febbraio p.v.,  dalle 11 alle 13, in Aula Dulbecco, ci sarà il secondo appuntamento del progetto SLOW COUNTRIES,  varato quest’anno, che ha visto la compartecipazione della Regione Liguria unitamente alla Coldiretti. Il progetto ha lo scopo di far conoscere agli alunni del nostro Istituto una realtà potenzialmente interessante per un futuro sbocco lavorativo.

Gli alunni coinvolti, delle classi 4C,  4ASA e 4BSA infatti, attraverso incontri orientati con specialisti del settore, saranno formati sulle dinamiche per diventare imprenditori agricoli, o per curare il marketing pubblicitario,  o le pratiche di import export dei prodotti agroalimentari.

Si tratta di realtà che, ad una prima impressione, sembrerebbero avulse dalla rodata e apprezzata progettualità dell’Istituto, ma che a ben guardare si inseriscono in un settore dalle prospettive sempre più presenti e funzionali sul nostro territorio.

I ragazzi impareranno a rapportarsi con il PSR, il Piano di Sviluppo Regionale, piano supervisionato dalla Regione che permette a coloro che presentano domanda (entrando così nelle graduatorie di interesse) di ricevere un finanziamento a fondo perduto per far nascere un’azienda agro-alimentare.

 

Negli incontri, organizzati dai docenti Canali, Toribio e Vignolo,  gli alunni, quindi, non solo approfondiranno quegli aspetti legati alle potenzialità agroaziendali del nostro territorio (con particolare attenzione ai prodotti D.O.P) ma, tramite il contributo degli esperti esterni, verranno a conoscenza dei caratteri qualificanti per le nuove figure professionali necessarie al settore per sviluppare adeguate tecniche di produzione, conservazione, raffinazione e vendita riferite a tutta la filiera degli innumerevoli prodotti agroalimentari destinati ai mercati nazionali e internazionali.

All’incontro del 22 febbraio saranno presenti:

Dott. Riccardo Jannone – Dirigente Settore Politiche Agricole e Autorità di Gestione del Piano di Sviluppo Regionale per l’agricoltura – Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro della Regione Liguria.

Dott.ssa Ignazia Allegro  – Funzionaria dell’Ispettorato Agrario Regionale. – Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro della Regione Liguria.

 

Questi incontri sono coordinati da Alberto Brizio,  del Settore Ispettorato Agrario Regionale. Il coordinatore del progetto per conto della Coldiretti è il Dott. Dario Ferrari.

Continua la tradizione sportiva del nostro Liceo
UN’ALTRA PERFORMANCE SPORTIVA VINCENTE

Un altro  successo sportivo ieri, nel giorno di San Valentino: i nostri ragazzi della squadra maschile si sono classificati primi alla gara di corsa campestre dei campionati studenteschi provinciali.

Alessandro Basso, Simone Martini, Giovanni Matis,  Elio Semeria, Nicolas Toribio saranno quindi i nostri rappresentanti alla fase regionale.

La squadra femminile,  composta da Valentina Chessa, Evelina Lanteri, Letizia Maggioli, Chiara Megiovanni, Emilia Santini,  si è classificata al terzo posto: questo purtroppo non è stato sufficiente per garantire l’accesso alla fase regionale, ma alle ragazze vanno comunque i complimenti della Scuola, così come agli altri alunni partecipanti.

Nella foto:  Simone Martini, secondo classificato come individuale e Elio Semeria,  terzo.

Benvenuti al Liceo
Ai genitori dei nuovi iscritti

Comunicazione ai genitori

Il Liceo Vieusseux intende esprimere alle famiglie degli alunni neoiscritti alle classi prime per l’a.s. 2017/18 vivo ringraziamento per la dimostrazione di fiducia implicita nella scelta effettuata.
La Scuola nelle sue varie componenti, dal ds ai docenti, dal personale di segreteria e tecnico ai collaboratori scolastici, assicura il proprio impegno a favore dei ragazzi e del loro percorso di crescita, nella speranza di confermare i buoni risultati formativi degli anni passati.
Ai ragazzi saranno chiesti impegno e applicazione costanti, come giusto e comprensibile per una Scuola di prestigio come il Liceo, volta alla preparazione degli alunni ai percorsi di studio universitari.
Ai genitori sarà chiesto di collaborare con la Scuola e con i docenti per una sorta di alleanza formativa, nella consapevolezza comune che solo un’azione educativa condivisa e non contraddittoria può portare alla crescita formativa e, in definitiva, all’interesse dei loro figli.
Con il contributo di tutti, docenti e alunni in primis, speriamo di poter consolidare l’immagine e la reputazione di una Scuola che, al di là di alcune problematiche contingenti, ha sempre ottenuto risultati apprezzati e riconosciuti da tutta la comunità cittadina.
Il ds e lo staff di dirigenza tengono a garantire ai genitori, oltre ad un ampio servizio di comunicazioni scuola-famiglia, la propria personale disponibilità al dialogo e al confronto, in ogni occasione utile, in relazione a qualunque problematica possa presentarsi nella quotidianità scolastica.
Il ds prof. Paolo Auricchia

Scarica la comunicazione

OLIMPIADI DI ITALIANO MARTEDI’ 7 E MERCOLEDI’ 8

La piattaforma sarà completamente inaccessbile fino a domani pomeriggio, quindi chi tenterà di collegarsi otterrà un messaggio d’errore.
Il collegamento verrà pubblicato sul sito delle Olimpiadi di italiano un’ora prima dell’inizio della gara e sarà lo stesso sia per la gara della categoria junior che per quella della categoria senior.

Vi chiediamo gentilmente di assicurarvi che tutti gli studenti siano in possesso della password. Qualora si riscontrassero problemi di accesso, si consiglia di procedere ad una verifica, scaricando dall’area riservata del referente scolastico le password e controllando anche il turno dello studente.

Si prega di leggere con attenzione tutte le indicazioni riportate di seguito e di prestare attenzione quotidiana alle informazioni pubblicate nel sito web http://www.olimpiadi-italiano.it e nell’account personale dei referenti.

ACCEDI ALLA PIATTAFORMA

Progetto "Adotta l'autore": incontro con il generale Pellegrini, collaboratore dei grandi giudici antimafia
I RAGAZZI DEL CLASSICO RICORDANO FALCONE INTERVISTANDO IL GENERALE PELLEGRINI

Venerdì 3 febbraio 2017, presso una nota libreria imperiese, all’interno del progetto “Adotta l’autore”, gli alunni della classe IIIA del Liceo Classico, coordinati dalla professoressa Alessandra Garibaldi, hanno intervistato il Generale Angiolo Pellegrini, che è stato uno dei massimi investigatori impegnati nella lotta alla mafia a Palermo  al tempo dei giudici Falcone e Borsellino.

Il Generale, scrittore del libro-documentario “Noi, gli uomini di Falcone”, ha intrattenuto un foltissimo uditorio testimoniando con calore le esperienze vissute a fianco dei due magistrati.
Notevole la partecipazione del pubblico che, nel silenzio più totale, ha ripercorso con la mente uno dei momenti più dolorosi della nostra storia recente.
I ragazzi hanno potuto dialogare a lungo con il Generale, rivolgendogli molte domande, che hanno dato vita ad un commovente dibattito.
Il Generale Pellegrini si è poi congedato dai ragazzi con un toccante ringraziamento e con l’invito ad essere sempre testimoni di valori positivi, sottolineando che la mafia non si combatte solo con i Carabinieri, ma con le persone che, ogni giorno, scelgono un percorso di giustizia, onestà e sincerità.

comunicazioni docenti
34 DOCENTI DEL LICEO RISPONDONO

Umberto Eco ha ricordato una volta che i social hanno sdoganato gli imbecilli, altri hanno osservato che la macchina del fango è sempre in funzione. Tecniche collaudate per gettare discredito su persone e  istituzioni, con l’arte di dire mezze verità e mezze bugie, di trasformare situazioni perfettibili in eventi disastrosi, confidando  che la credulità delle persone ne tragga un’immagine di inefficienza, “malafede” e “disonestà”.

La forte “indignazione” dei genitori (se sono tali)  che hanno scritto ad una testata on line  locale non li ha indotti, come sarebbe stato logico e auspicabile, a sostenere dialetticamente  le loro critiche alle persone preposte alla guida della scuola,  magari prendendo anche carta e penna e inoltrandole per vie ufficiali, ma li ha spinti invece ad affidarsi  ad una lettera anonima, questa sì  una “pratica tutta italiana e ben collaudata”, tristemente nota nel mondo. Che dire poi della tempistica di questa comunicazione? Siamo all’ultima settimana utile per le iscrizioni ai vari istituti di scuola secondaria e, guarda caso,  questo ”J’accuse“ distilla un concentrato feroce di buoni motivi per rivolgersi altrove. Questa non è “concorrenza sleale”, nossignore,  ma un fulgido esempio di correttezza e integrità etica.

Viene detto poi, nella parte finale, particolarmente greve e di infausta memoria, che le firme sono state omesse per paura di “ritorsioni” sui figli.  Ora, oltre al fatto che a tutti  è noto il clima di terrore che si respira nelle ”fredde” aule del  nostro Liceo, sommessamente ci chiediamo  quale modello educativo queste persone abbiano inteso  proporre ai loro figli con il loro comportamento. Molto ci sarebbe da dire in proposito, ma lasciamo parlare il fatto nella sua lampante evidenza.

Per fortuna, il livore e l’acredine che traspaiono dalla lettera non possono nascondere i risultati che i nostri ragazzi conseguono nei campi più svariati, durante e dopo la permanenza nel nostro Liceo.

 

Lettera firmata da 34 docenti del Liceo Vieusseux

Collaborazione col mondo universitario
IL CLASSICO A LEZIONE DI FILOLOGIA

Giovedì 2 Febbraio nell’aula “R. Dulbecco” del nostro Liceo gli studenti del Triennio dell’indirizzo Classico hanno avuto l’opportunità di assistere alla lezione

“Alle fonti della letteratura greca. Il filologo interroga i testimoni”

tenuta dalla prof.ssa Lara Pagani, docente di Filologia greca dell’Università degli Studi di Genova.

IMG_20170202_105743-2

La lezione rientra nell’ambito dell’iniziativa “Incontro al Classico”, che vede coinvolti diversi docenti del Corso di laurea magistrale in Scienze dell’Antichità dell’ateneo genovese, e che ha l’obiettivo di mostrare agli studenti liceali in che cosa consistano gli studi di Antichistica e quali siano i metodi di ricerca impiegati.

Il prossimo atteso appuntamento è per il 29 Marzo, quando il Liceo avrà come ospite il prof. Franco Montanari, docente di Letteratura greca, che terrà una lezione su come si redige un vocabolario di greco antico.

incontro_al_classico