Archivi categoria: Progetti 2016-2017

CUS MI BIO Università Statale di Milano
Laboratorio di biologia molecolare e biotecnologie

CUSMIBIO2017

CUS MI BIO 25-26 Maggio 17 elenco alunni.odt

LOCANDINA CUS MI BIO

LICEO VIEUSSEUX,LICEO CASSINI,LICEO AMORETTI IMPERIA
CLASSI:V A,B,C Scient.ASA,BSA Scienze Applicate,VA Classico
IV A Scientifico e Classico,IV C Scientifico,IIC Scientifico 25-26 Maggio 2017
DOCENTE Organizzatore: Prof.ssa De Meo Raffaella
Il Centro studi per la diffusione delle Bioscienze dell’Università Statale di Milano CUS MI BIO insieme alla Profssa De Meo,Docente di Scienze del Liceo organizza per tutti gli alunni delle classi 5 , 4 e 2 il Laboratorio di Biologia Molecolare e Biotecnologie presso il laboratorio di Chimica “Giulio Natta” del Liceo Vieusseux nei giorni 25-26 Maggio 2017.
Gli alunni potranno provare direttamente le esperienze di laboratorio guidati dai ricercatori del Cus Mi Bio. Le esperienze saranno tre ogni giorno secondo questi orari:

25 Maggio 2017 Mattino 11,25-13,05Pom h 14-16 e 16-18.
26 Maggio 2017 Mattino 10,40-13,05Pom h 14-16 e 16-18
COSTI: 20 euro interni/25 esterni
La quota verrà versata sul cc n.10938181 della scuola con causale laboratorio di biotecnologie.
Esperienze di laboratorio
Malattie genetiche RFLP,gel di agarosio,banche dati sulle malattie genetiche, sulle proteine,laboratorio di cristallizzazione. Trasformazione batterica e insulina ricombinante con estrazione di DNA plasmidico, uso di enzimi di restrizione e gel di agarosio.
Sos ambiente,con riconoscimento ed estrazione OGM,estrazione RNA,retrotrascrizione e saggio istochimico. Chi è il colpevole saggio sul DNA. Gel elettroforesi e spettrofotometro. Identificazione di una specie carnea,riconoscimento di organismi specifici.
Nel ricordare l’alto valore formativo dell’iniziativa dal punto di vista scientifico,si ricorda che gli studenti meritevoli potranno partecipare alle iniziative del Cus Mi Bio atte a valorizzare le eccellenze,quale ad esempio il concorso” una settimana da ricercatore”
dell’ ELLS ed EMBL e dell’Università Statale di Milano.

Il Docente Organizzatore Profssa De Meo R.
Ricercatrici del CUS MI BIO
Centro per la diffusione delle Bioscienze
UNIVERSITA’ STATALE DI MILANO
Dottsse Elena Adami e Serena Sansanelli

PROGETTO "DRAW NOT WAR" DELLA COOP LIGURIA
MENZIONE SPECIALE PER I RAGAZZI DEL VIEUSSEUX

Sabato 20 maggio 2017,  tre allievi della classe 2 B Scienze Applicate  (Lorenzo De Thomatis,  Emanuele Fossati, Dragos Buhnila) sono stati premiati con una menzione speciale per aver partecipato al progetto Draw not war  indetto da Coop Liguria.

Il progetto nasce da una bellissima idea del regista  Matteo Valenti, che ha deciso di far scrivere la sceneggiatura  di un cartone animato contro la guerra da studenti provenienti da zone del mondo interessate da conflitti.

Hanno partecipato a questo lavoro ragazzi dell’Irlanda del nord appartenenti  a scuole protestanti  e cattoliche, ragazzi di Sarajevo e ragazzi israeliani e palestinesi.

Nonostante l’evidente difficoltà operativa, il regista è riuscito a trovare un filo conduttore, producendo uno splendido lavoro che gli ha fornito lo spunto per bandire in Italia, unitamente agli organizzatori di Coop Liguria, il concorso  Draw not war, disegna non fare la guerra”, che è servito ai nostri ragazzi per ragionare sulle brutture prodotte da qualsiasi conflitto bellico.

In questa direzione, Dragos, Lorenzo e Emanuele della Seconda B Scienze Applicate del Vieusseux  hanno prodotto un video di un minuto che ha ottenuto una menzione speciale.

Dice la Prof.ssa Consiglio, che ha seguito i ragazzi nel progetto:

Ringrazio moltissimo i miei alunni per la partecipazione, l’interesse e l’attenzione che hanno dimostrato ancora una volta.

Qui potete vedere il video premiato.

Il video sarà in gara sul sito ufficiale della Coop . Se vi piace, potrete votarlo a partire dal 10 giugno.

 

Incontro con un grande autore
Cultura e poesia con Giuseppe Conte al Liceo

Organizzato e coordinato dalla professoressa Michela Ramella, l’incontro ha visto la partecipazione delle classi IC, III ASA, IV BS, e IV C, che durante l’anno hanno approfondito la figura di questo autore ligure con la lettura e l’analisi di alcuni suoi romanzi e poesie.

Giuseppe Conte ha risposto affabilmente alle domande e alle
curiosità degli studenti, attenti e motivati all’ascolto.
Lo scrittore ha spiegato come si costruisce un romanzo, svelando alcuni segreti della creazione/scrittura relativa alle opere studiate, toccando anche temi di sicura attualità, come quelli dell’ecologia, del bullismo, della violenza sulle donne oltre ad altri a lui cari , come quello del personale rapporto col mare e con la terra di Liguria.
Il discorso si è poi allargato alla sua concezione della poesia e al valore del mito in età odierna, con riferimenti ai suoi componimenti e ad autori conosciuti del panorama letterario italiano e straniero.
Tra gli applausi del pubblico il poeta ha poi salutato i presenti con la lettura del componimento L’amour toujours, tratto da Ferite e rifioriture, augurando a tutti di “sempre / amare tutto
della vita intera, anche nei suoi contrasti “sino alla fine/ cercando la primavera“.

Aula Magna Università di Genova
Roboetica,implicazioni morali della robotica



Eventi morali ed attività didattica,sono diventate una realtà tangibile al Liceo Vieusseux di Imperia,grazie al Progetto di Bioetica attivato dalla Profssa De Meo Raffaella, docente di Scienze del Liceo che da ben 10 anni si occupa della correlazione tra etica e scienza.
Gli alunni delle classi IV A Scientifico e IVA Classico, hanno partecipato in qualità di relatori al XIII Convegno Nazionale di Bioetica di Genova. Promotore del Convegno il CNB,Comitato Nazionale di Bioetica, sono coinvolti il CNR,IIT Istituto Italiano di Biotecnologie ,l’Università di Genova, Messina, Catania, Firenze ecc.
La classe IVA del Liceo Classico G.P.Vieusseux di Imperia insieme alla IV A Scientifico guidati dalla Profssa De Meo Raffaella hanno seguito durante l’anno scolastico un progetto sulla Roboetica in collaborazione con il Comitato Nazionale di Bioetica sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri dello Stato Italiano. Il convegno si è tenuto a Genova il 21-22 Aprile 2017,nell’aula Magna dell’Università di Genova, situata in via Balbi,5.
Gli alunni coinvolti sono stati: Dematheis Giulia,Minasso Chiara,Ettore Perlo, Gattai Elena, Codebò Marzia, Mattioli Edoardo.
Gli Alunni Perlo Ettore,Minasso Chiara hanno esposto al Convegno la relazione finale del Progetto attuato presso il Liceo Vieusseux .
l Docenti Universitari di fama internazionale hanno giudicato il loro lavoro: eccellente, innovativo, ricco di spunti per un approfondimento futuro. La loro espressione è stata giudicata: erudita, approfondita ed esposta in modo eccellente sia dal punto di vista scientifico che filosofico.
Questa esperienza mira a porre gli alunni del liceo Classico e Scientifico delle due classi interessate ad un livello di eccellenza sia nelle discipline scientifiche che umanistiche.
La Docente, Prof ssa De Meo Raffaella afferma: la BIOETICA permette di sviluppare nei giovani una riflessione critica sui risvolti morali delle applicazioni della scienza nella nostra realtà globale. Questo contribuisce alla formazione di un’intelligenza morale utile nella nostra realtà per sviluppare un pensiero autonomo.”

ROBOETICA implicazioni Bioetiche della ROBOTICA
Confererenza Nazionale di Bioetica

LOCANDINA CONFERENZA NAZIONALE DI BIOETICA
CONVEGNO NAZIONALE DI BIOETICA PER LA SCUOLA
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA
AULA MAGNA VIA BALBI,5
21-22 APRILE 2017
LICEO SCIENTIFICO CLASSICO “G.P. VIEUSSEUX”
CLASSI IVA CLASSICO E IV A SCIENTIFICO
DOCENTE PROF.SSA DE MEO RAFFAELLA

Il lavoro progettuale svolto mira a collocare la riflessione bioetica nella realtà scolastica dei ragazzi.
Verranno affrontati gli ambiti della Bioetica, l’importanza della Bioetica e soprattutto della ROBOETICA, oggetto del convegno nella realtà tecnologica in cui noi viviamo.
L’uomo è sempre più vicino ad umanoidi che condividono esperienze domestiche, pratiche chirurgiche situazioni estreme come conflitti e disastri naturali. L’uomo ha costruito ROBOT sempre più sofisticati che riflettono la nostra realtà umana sia dal punto di vista cognitivo che emotivo.
I principi etici si riflettono sulle macchine?
La discussione avverrà tra studenti e Docenti universitari di fama europea ed internazionale tra cui il Prof. Lorenzo D’AVACK, Università di Roma tre Presidente CNB, Prof.ssa Luisella Battaglia, Università di Genova, Gian Marco Verruggio dirigente CNR Genova in collaborazione con IIT di Genova e CNR.

Partecipano illustri esponenti del CNB Comitato Nazionale di BIOETICA, quali: Salvatore Amato Università di Catania, Enzo Baldini Università di Torino, Marianna Gensabella Università di Messina, Monica Toraldo di Francia Università di Firenze.

IL Liceo Vieusseux ha collaborato con l’ IIT Istituto italiano di Tecnologia di Genova e con il MIT di Boston, Dott Ridi esperto di Robotica.
Gli alunni relatori sono: Perlo Ettore, Minasso Chiara,
Dematheis Giulia, Mattioli Edoardo, Codebò Marzia,Gattai Elena.
Le classi partecipanti sono la IV A Classico e la IV A Scientifico, guidati e diretti dalla Profssa De Meo Raffaella ideatore del Progetto del Liceo Vieusseux.
La riflessione BIOETICA permette di sviluppare nei giovani una coscienza critica sui temi del futuro quali l’innovazione tecnologica, la robotica, l’intelligenza artificiale.
Convegno Nazionale di BIOETICA
LA ROBOETICA
IMPLICAZIONI BIOETICHE DELLA ROBOTICA
Aula Magna dell’Università di Genova, via Balbi 5
21-22 APRILE 2017

Lettura teatrale itinerante de "Le Rane" di Aristofane
Quando le Rane gracidano al Parasio

Domenica 9 aprile 2017 alcuni studenti, guidati dalla professoressa Milla Berio, si sono esibiti, per le strade del Parasio,  in una lettura teatrale itinerante de “Le Rane” di Aristofane. Si è trattato di una rivisitazione del  testo del V sec a.C. ancora attualissimo per i suoi evidenti riferimenti a tematiche ancora oggi molto sentite.

L’originale di Aristofane è stato sfrondato ed adeguato alle  nostre esigenze didattiche, la parte finale è stata “stravolta” per ricavarne un trionfo della Poesia tutta, non solo quella di Euripide, che ha trovato la sua acme nel “Notturno” di Alcmane, del quale è stata data una coinvolgente lettura metrica.

Il progetto, a cui hanno partecipato alunni della sezione classica e dello scientifico, è stato valorizzato dal prezioso contributo dei Flautonauti che hanno introdotto le scene nelle tre location con esecuzioni trascinanti e gradevolissime.

articolo sul secolo ix

Progetto EFSET MIUR
Rilevazione 2017 LICEO G.P. VIEUSSEUX – Liceo Scientifico

Il liceo partecipa Lunedì 10 aprile 2017 e Martedì 11 aprile 2017 all’Indagine sul livello di competenza della lingua inglese degli i studenti del 3° anno
Per effettuare questa indagine le scuole dovranno somministrare agli studenti l’EFSET
(Education First Standard English Test), un test online standardizzato di inglese creato da EF,
che adegua in tempo reale il livello di difficoltà del contenuto della prova in base alle risposte
corrette e/o errate fornite dall’esaminando.
La durata del test è di 50 minuti (25 minuti Grammatica e Comprensione Scritta + 25 minuti
Comprensione Orale).

N.B. Ognuno deve essere munito di
Cuffia o auricolare

Vai al test
si danno i propri dati
e come codice mettere

it-Liguria-150671391

ISTRUZIONI-Certificazione EFSET MIUR

Organizzazione

  • Lunedì 10 aprile 2017
    • PLESSO
      1. 07:55-09:35 3ASA
      2. 09:35-11:25 3BSA
      3. 11:25-13:05 3BS (gruppo 2)
    • AULA INFORMATICA
      1. 07:55-09:35 3CS (gruppo 1)
      2. 09:35-11:25 3CS (gruppo 2)
  • Martedì 11 aprile 2017
    • PLESSO
      1. 07:55-09:35 3BS (gruppo 1)
      2. 09:35-11:25 3AS (gruppo 1)
      3. 11:25-13:05 3AS (gruppo 2)
    • AULA INFORMATICA
      1. 07:55-09:35 3AC (gruppo 1)
      2. 09:35-11:25 3AC (gruppo 2)

Guarda un veloce video tutorial per capire come il test EFSET funzioni.

Gli alunni del classico hanno incontrato l'autore del celebre dizionario Greco - Italiano "GI"
“Incontro al classico” – A tu per tu con l’illustre grecista Franco Montanari

Mercoledì 29 marzo gli studenti dell’indirizzo classico del Liceo Vieusseux hanno avuto l’opportunità di incontrare, nell’Aula Magna dell’Istituto, Franco Montanari, grecista di fama internazionale e docente ordinario di Letteratura Greca presso l’Università degli Studi di Genova, che ha tenuto un’appassionante lezione sulla storia dei vocabolari della lingua greca e sul lavoro del suo team per la redazione del celeberrimo “GI”, strumento col quale si confrontano quotidianamente per tradurre dal greco antico gli studenti italiani e non solo, dal momento che ne sono state realizzate edizioni in diverse lingue straniere, a partire da quella inglese.

Il professor Montanari
Il notissimo dizionario Greco – Italiano

 

 

 
In occasione dell’evento, sono stati invitati anche gli studenti della sezione classica del liceo Cassini di Sanremo, che ha partecipato con le classi quarte.
Il professore è stato accolto con entusiasmo da docenti e ragazzi, i quali hanno concluso l’incontro aprendo il dibattito su alcuni nodi fondamentali dello studio delle discipline classiche, e sull’opportunità formativa che esse rappresentano per la preparazione di uno studente alla realtà del mondo contemporaneo.
L’intervento, organizzato dalla prof.ssa Elena Bernardini, si inserisce nell’ambito del progetto “Incontro al Classico”, che è stato ideato e proposto da un gruppo di docenti del corso di laurea magistrale in Scienze dell’Antichità dell’ateneo genovese e si propone di creare una sinergia tra scuola e università per una migliore conoscenza e per la valorizzazione degli studi sul mondo antico (clicca qui per leggere l’articolo relativo al primo incontro del ciclo).

 

Ecco una fotogallery dell’incontro.

Positiva esperienza scientifica al CERN MASTERCLASS Del Dipartimento di Fisica dell'Università di Genova
A CACCIA DI BOSONI

Anche quest’anno, martedì 14 marzo un folto gruppo di studenti del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha partecipato alla CERN – MASTERCLASS svoltasi presso il Dipartimento di Fisica (DIFI) dell’Università di Genova,  sotto la sapiente guida del prof. Silvano Tosi.

Alcuni ragazzi delle classi IVA S, IVB S, IVC S, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro e della VB S hanno lavorato come ricercatori in attività simili a quelle che si svolgono al CERN di Ginevra insieme a studenti dell’Istituto Nicoloso di Recco e in gara contro San Paulo (Brasile), Gerusalemme (Israele), Alessandria (Egitto) e Pozega (Croazia).

L’esperienza è stata come sempre molto positiva, perché ha permesso di comprendere il fascino della pura ricerca che si svolge nei grandi laboratori europei e gli studenti sono tornati pieni di entusiasmo e di curiosità per le problematiche scientifiche.

Le splendide foto qui pubblicate, relative alle collisioni tra fasci di protoni avvenute nell’acceleratore LHC e ricostruite dal rivelatore CMS, sono una testimonianza del tipo di esperienze svolte.

La Referente – Prof.ssa Rosanna Garello

Si vedono tracce di muoni ed elettroni provenienti dal decadimento di bosoni W o Z, i mediatori dell’interazione nucleare debole, o dal bosone di Higgs, il responsabile della massa delle particelle.